Associazione Turistica Pro Loco Galliate

Storia
Associazione Turistica Pro Loco Galliate


In data 21 dicembre 1974, presso la sala del cinema "Gallo", si svolge l'assemblea per la costituzione ufficiale della Pro Loco di Galliate.

Sono presenti 110 persone: dopo aver nominato Presidente dell'Assemblea Franco Tosca e Segretario Franco Bozzola (detto Micia), udita la lettura della bozza di Statuto suggerita dall'Ente Provinciale per il Turismo, approvata a maggioranza per alzata di mano, si provvede all' elezione degli otto membri del Consiglio.

Al termine dello spoglio delle schede (scrutatori destinati per acclamazione dall' Assemblea Costituente, Umberto Mariani e geom. Mirko Fornara), risultano eletti  Consiglieri: Italo Fonio, Merville Ferrari, Luciano Caviggioli, Franco Bozzola (detto Micia), Giovanni Pasqua, Luigi Gianoli, Carlo Salvadeo e Franco Cantone; revisori dei conti Adelmo Gadda Angelo Martelli e Giuseppe Testa.

L' Amministrazione Comunale designa come suo rappresentante l' Assessore allo sport l' avvocato Gian Rocco Vellata.

Il 27 gennaio 1975, nella sala del Circolo ACLI (denominato CAZZOLA) si riunisce il Consiglio che elegge Carlo Salvadeo Presidente dell' Associazione Turistica Pro Loco Galliate.

Il 27 gennaio 1975 è la data di inizio anagrafica dell'Associazione e Carlo Salvadeo il suo primo Presidente.
 
L' incarico è triennale e nei 30 anni si succederanno Franco Cantone (per due volte), Umberto Mariani, Merville Ferrari, Luigi Gianoli.

Perché una Pro Loco ? : l' Associazione si propone di promuovere il territorio in collaborazione con enti  istituzionali, associazioni ricreative, sportive, enti morali, culturali e comitati riunendo tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo e alla tutela delle risorse turistiche locali, per valorizzare le bellezze naturali e artistiche esistenti nell' intento di riscoprire le radici della nostra comunità e farle rivivere attraverso attività quali manifestazioni, mostre, convegni, spettacoli, festeggiamenti.

Il dato essenziale mediato negli anni rileva che il 90% del budget annuale a disposizione viene investito in programma di produzione e valorizzazione dell’offerta turistica, in programma di promozione storico – culturale, in programma di formazione ed accoglienza, in programma di studi progettazioni e ricerche e in attrezzature; mentre il 10% è finalizzato alle spese generali omnicomprensive di assicurazioni, quote associative, elaborazioni contabili, affitto e manutenzione sede, spese telefoniche, postali e di segreteria.
 
Non è ipotizzabile ricordare qui tutte le attività svolte, gli eventi i momenti le emozioni i drammi che hanno caratterizzato la vita dell’associazione.

Senza quindi ordine di privilegio si cita:

La nascita all’interno della Pro Loco, forse precorrendo i tempi moderni, le mode e le necessità la prima scuola di ballo a Galliate realtà rara anche per la Provincia di Novara.

L’insegnante Antonella Vignola svolgeva le sue lezioni nella stessa sede dell’Associazione alternandosi nei giorni della settimana con le riunioni di lavoro.

La scuola gradatamente ha acquisito peso e consistenza si è trovata una sede autonoma ed ha iniziato a camminare con le proprie gambe.

Ora è la grande scuola che tutti noi conosciamo “Arabesque” diretta da Mirella Rosso nonché coreografa di Zelig.

La creazione della Croce Rossa a Galliate che nasce da una iniziativa proposta nel Settembre Galliatese del 1980.

Con l'insostituibile sostegno del Comitato CRI Provinciale e di tutta la cittadinanza galliatese si è potuto concretizzare l'acquisto della prima ambulanza che entra in servizio operativo il 1° dicembre 1980.

I primi volontari del soccorso, aiutati da chi operava a Novara, sono stati i Soci e Consiglieri dell'Associazione che hanno avuto come anima, mente, corpo e motore l'impareggiabile Giancarlo Pareschi, il quale, in qualità di Consigliere Pro Loco ha avuto il mandato di gestione e sviluppo del nuovo organismo.

Come un genitore ama e protegge sempre i propri figli anche in età adulta, lasciateci considerare la Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Galliate come una nostra creatura figliale che noi amiamo e ameremo sempre anche se ha gia compiuto la maggiore età e sa onorare la nostra cittadina con il suo alto e professionale operato.

Lo stretto legame fra i nostri due organismi non si è mai interrotto perché esistono persone che svolgono contemporaneamente mansioni di responsabilità in tutte e due le strutture.

Il riconoscimento "Galliatese dell' Anno" nasce nel 1978 con l'attribuzione allo scrittore e storico prof. Alessandro Aspesi.

Successivamente il Consiglio Direttivo dell’Associazione ha ritenuto di assegnare il riconoscimento a: artista-scultore Angelo Bozzola, dott.ssa Giampiera Gambaro,   L’Eco di Galliate, prof. Enrico Comi, M.tro Nino Brustio, Mons. Mario Ugazio, dott. Giuseppe Martelli, il Generale Giulio Mainini, Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Galliate, Gianluca Genoni e dott. Alberto Toscano.

Dal 2000, si è pensato di identificare con il “ Gramolino” questo nostro tipico dolce locale il premio attribuito al "Galliatese dell' Anno".

Questo premio, denominato "IL GRAMOLINO D'ORO" ha la peculiarità di essere prettamente ed esclusivamente galliatese in quanto lo studio è opera dello scultore Luciano Gabrielli, mentre la realizzazione è dovuta a Sergio Salsa con la collaborazione di Sergio Pollastro e Antonio  Airoldi; fusione supporto, doratura e granella in argento a cura di Dino Cantamessa.

La stagione delle attività si apre normalmente con il Carnevale, che a partire dai primi anni settanta, in collaborazione con quei gruppi ormai storici che formano il Comitato ha fatto rivivere una tradizione riprendendo vitalità fino a renderla una realtà del calendario annuale riconosciuta a livello Provinciale.

La conclusione per noi dei grandi eventi avviene con il Settembre Galliatese che raccoglie e propone, dalla promozione turistica alle attività umanitarie e di solidarietà non ultime quelle culturali condite con spettacoli teatrali, commedie musicali, balletti e concerti.

Si è sviluppata la collaborazione, consolidandosi sempre più nel tempo,        nell’organizzazione dell’ “Inernational Folk” promossa dal Gruppo Folkloristico Manghin e Manghina raggiungendo oggi vette di eccelsa qualità e risonanza con un seguito di spettatori tali da far soffrire il castello di problematiche gestionali.

Le nostre attività annuali e nel tempo si dividono in svariati rivoli collaborando costruttivamente a braccetto con le varie Associazioni locali.

Infatti considerando che parecchie sono le Associazioni iscritte alla Pro Loco molteplici sono le collaborazioni con loro che si sviluppano annualmente o che si sono sviluppate negli anni, da mostre filateliche, rassegne internazionali di presepi, convegni archeologici, concerti vocali, avvenimenti sportivi, raduni e avvenimenti motoristici, mostre d’associazioni d’arma, mostre d’arte, attività rionali, spettacoli scolastici, ecc.

Nella stagione estiva, la nostra attività di promozione del territorio è imperniata nella riscoperta e proposta turistica del magnifico paesaggio immerso nel Parco del fiume azzurro, il Ticino.

Con il patrocinio di tutti gli enti presenti sul territorio abbiamo fatto riscoprire la vecchia tradizione dei pescatori di sassi di fiume trasformando questa attività non più in uso in una gara che raduna un folto pubblico plaudente lungo le sponde del Ticino proponendo anche la nostra cultura gastronomica attraverso i ristoranti immersi nel parco fluviale.

La parte culturale e di svago è stata sviluppata, negli anni precedenti,  nel periodo  luglio – agosto, in collaborazione con il Comune di Galliate, proponendo cicli di spettacoli cinematografici nella incantevole cornice del cortile del castello         visconteo – sforzesco.

L’evento in sé si abbina perfettamente al momento turistico perché la partecipazione extra cittadina è particolarmente nutrita scoprendo piacevolmente ai più  le bellezze artistiche della nostra cittadina e le proposte di intrattenimento.
 
Già alla metà degli anni novanta, in accordo con l’Amministrazione comunale, avevamo dato l’avvio a una promozione del patrimonio artistico organizzando e gestendo le visite guidate all’interno del castello visconteo – sforzesco utilizzando le guide abilitate della Provincia di Novara.

Sono state realizzate anche parecchie visite notturne predisponendo una particolare illuminazione che potesse mettere in risalto e dare quel tocco di misteriosa atmosfera che stimolava e incuriosiva i partecipanti.

Queste visite, specialmente le notturne, ebbero un notevole successo raggiungendo in alcuni casi anche i 200 visitatori per sera.

Ma la valorizzazione non può fermarsi alle sole proposte culturali, alle bellezze naturali e artistiche esistenti ma deve coinvolgere anche l'uomo che è artefice della storia.

In questo contesto, nell'ambito sportivo, abbiamo sempre cercato di tenere vivo il ricordo del nostro concittadino Achille Varzi (1904 – 1948) grande campione sia motociclistico che automobilistico promuovendo e realizzando convegni, mostre, gran premi auto storiche, memorial day che hanno coinvolto a livello nazionale personaggi del mondo motoristico, giornalistico e appassionati suscitando vasta eco anche a livello internazionale con la presenza dell’indimenticato Manuel Fangio.

Nel 2004 abbiamo celebrato il centesimo anniversario della nascita e fra le varie realizzazioni proposte dal Comune, dai Moto Club galliatesi e ACI siamo fieri, che a seguito della nostra presentazione del suo profilo sportivo, di aver ottenuto dal Ministero delle Telecomunicazioni l’emissione il 5 giugno 2004 di un francobollo a lui dedicato: fatto unico all’epoca, che un personaggio del 20° secolo della Provincia di Novara venga ricordato su un francobollo.

Il francobollo è stato veicolato, oltre che sulla posta ordinaria, anche tramite la realizzazione di cartoline dedicate con annullo speciale ricavate da serigrafie su opere originali realizzate, da tre artisti galliatesi, Elio Bozzola, Umberto Cardano e         Libero Greco.

Sotto il profilo spettacolaristico, fornendo da parte nostra, tutta la documentazione necessaria, e stata commissionata la stesura di un testo teatrale con coreografie dal titolo “el Legora”ad autori e coreografi professionisti a livello nazionale (di Zelig) ed è stata rappresentata in castello a Galliate il 4 settembre 2004 con interprete principale       Bebo Storti.    

Nell’ambito dello spettacolo, ed in particolare quello circense, il secondo personaggio della storia galliatese, che la nostra associazione ha sempre vivo e tenuto in giusta considerazione è Giuseppe Bignoli (1892 – 1939) in arte “Bagonghi”nano (75 cm) artista cavallerizzo.

A 17 anni diventa il più piccolo cavallerizzo del mondo, con il nome d’arte “Bagonghi” da questo nome è nata una stirpe.

Ha lavorato in tutti i più prestigiosi circhi d’Europa e del nord America morendo tragicamente sul fiume Ticino travolto nella sua barchetta da un vortice d’acqua.

Abbiamo sempre cercato di tenere vivo il ricordo del nostro concittadino promuovendo e realizzando convegni, mostre, pubblicazioni e documentazione di vario tipo.

Nella nostra vita associativa abbiamo anche percorso la strada dell’editoria pubblicando il libro “…al fuoco! …al fuoco! “ storia dei pompieri di Galliate semplici uomini divisi tra cronaca ed eroismo che rappresentano oggi per noi un capitolo particolare della storia locale che riscopriamo insieme agli autori Roberto Cardano, Alessandro Mainardi e Giorgio Trivi.

Attualmente il nostro percorso editoriale è quello, più aderente alle tecnologie moderne, di pubblicare su supporto magnetico o digitale la documentazione degli eventi, dei personaggi e la promozione del territorio.

Un progetto nel cassetto è quello di realizzare, ambientato nel castello, un video che marri una storia con personaggi in costume e faccia rivivere i fasti dei tempi che furono.

Nell’anno 2001, in coincidenza con il 350° anniversario della donazione ai cittadini galliatesi delle reliquie dei Santi Giusto e Aurelio, ora Patroni di Galliate, da parte della Marchesa Maria Aldobrandina Sforza, Signora di Galliate,  abbiamo dato vita a un progetto rievocativo in costume rinascimentale dell’evento che assorbe in due fine settimana, il terzo e il quarto del mese di settembre tutte le forze umane dell’associazione e dei quattro Rioni in cui è suddivisa la nostra cittadina culminando con l’assegnazione del Palio al Rione vincitore dei giochi popolari.

Certamente questa è una realizzazione che implica un grosso impegno organizzativo e di trasformazione per immergere il più possibile l’evento nell’ambientazione del 1651.

Fino ad ora grazie al sostegno della Regione Piemonte, del Comune di Galliate, dell’ATL della Provincia di Novara, di sponsor privati, di autofinanziamenti dell’Associazione e dei Rioni, siamo riusciti a portare a compimento ogni anno riuscendo nell’intento di portare a Galliate un flusso turistico giornaliero rilevante dalle province limitrofe.

Facciamo parte dell’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) credendo nell’associazionismo finalizzato a far sentire le voci e le necessità del nostro volontariato ottenendo quella legislazione e riconoscimenti che altrimenti sarebbe impensabile raggiungere.

L’UNPLI lavora per noi a livello politico sia nazionale che regionale finalizzando gli obiettivi su risultati positivi che ci permettono di lavorare in serenità dandoci tutto il supporto informativo sulla legislazione in atto e sulle convenzioni stilate a cui noi possiamo attingere ottenendo un risparmio economico e di burocrazia nettamente concreto.

Noi abbiamo sempre creduto e tuttora ci crediamo nella promozione del nostro territorio anche se non possediamo il canonico mare o le canoniche montagne ma cerchiamo di valorizzare e far conoscere le nostre caratteristiche storiche, architettoniche, culturali, ambientali e gastronomiche incentivando il turismo anche se di nicchia.
  
Aderenti a questo spirito siamo stati fra le poche Pro Loco della Provincia di Novara soci fondatori del Consorzio che costituisce l’ATL della Provincia di Novara e dalla nascita siamo partecipi in prima persona come componenti del Consiglio Direttivo.

L’ATL nelle nostre iniziative è sempre presente offrendo supporto promozionale, relazionale, non solo come operatività ma anche sotto l’aspetto economico.

Cercando di stare al passo con i tempi partecipiamo sempre volentieri a corsi, convegni, sul turismo organizzati dalla Regione Piemonte, dalla Provincia di Novara                      e dall’UNPLI.
                   
Abbiamo sostenuto, assieme alle istituzioni locali, il progetto affinché venisse riconosciuto Galliate come luogo turistico; ottenuto questo riconoscimento dalla Regione Piemonte la stessa ha concesso finanziamenti, tramite l’ATL, per l’apertura di un ufficio di accoglienza e promozione turistica.

Sempre supportati dalla stessa fede, che finalizza la nostra attività, su un nostro progetto presentato, all’interno di uno globale dell’UNPLI, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio Nazionale per il Servizio Civile abbiamo ottenuto la possibilità di selezionare persone per svolgere l’attività all’interno di questo progetto, in Servizio Civile, che fra le tante ha anche quella di gestire l’ufficio di accoglienza e promozione turistica a Galliate.

La vita della nostra associazione, è sempre legata alla possibilità di ottenere la linfa vitale attraverso le istituzioni, le sponsorizzazioni di privati e aziende, i contributi volontari e le sue attività commerciali.
 
Intensa collaborazione si è sviluppata negli anni con l'Amministrazione Comunale di Galliate nella realizzazione di iniziative turistiche, culturali, sociali e umanitarie in sintonia con le finalità e lo spirito che anima l' Associazione.

Su questo percorso vorremmo tracciare un solco marcato e diretto per le future collaborazioni mettendo a disposizione la nostre idee, volontà, esperienze, professionalità e dedizione.
 

Torna alla lista degli articoli

XHTML 1.0 Strict Valido!

CSS Valido!

Web Agency, Sviluppo Mobile, Servizi Cloud, Social Marketing